Indagine conoscitiva sull'omeopatia 2014 pdf

Evidenze scientifiche e politica vaccinale

von / Sunday, 24 April 2022 / Veröffentlicht inArchiv, Ricerca
Coronavirus_home

Sinceramente. Io, omeopata, medico che prescrive sostanze, che prevedono la regolazione delle difese organiche (psichiche e fisiche, tanto a livello endocrino quanto immunologico e/o neurologico) con opportune prescrizioni individualizzate di sostanze potenzialmente irritanti, per ottenere una reazione organica rivolta alla guarigione, non posso in alcun modo essere contraria alla prescrizione di sostanze immunostimolanti come i vaccini se esse dimostrano di essere innocue e utili nella prevenzione di importanti patologie pediatriche e/o dell’adulto. L’arma terapeutica attuale più vicina alla pratica omeopatica è proprio il vaccino, che insegna di somministrare farmaci potenzialmente nocivi, ma attenuati, per ottenere una reazione, terapeuticamente utile. Questo concetto è fondamentalmente la base della terapia omeopatica. Quindi nessun seguace dell’omeopatia può essere contrario a priori ad una terapia che ne rinforza i presupposti teorici.

 

Lesen Sie das Dokument

 

OBEN